ACQUE DI LUCE, IL POTERE DELLE ACQUE MARIANE: DAL RISANAMENTO FISICO ALLA MEMORIA DELLA NOSTRA ORIGINE COSMICA -entrata libera-

intervengono:
Floriana Prina, allieva diretta della biologa che ha scoperto le proprietà delle Acque di Luce.

Barry Dassisti, guarito grazie alle Acque di Luce, da una pericolosa malattia.

Luca Donini, musicista e ricercatore nel campo dei suoni e delle frequenze associati alla spiritualità e allo sviluppo delle potenzialità dell’Uomo.

-Suor Adelina Zaccardi, suora missionaria Comboniana.
-Giampietro Massella e Baba Shiva Das, Sadhu Shivaita, sul potere delle acque in India.


Le Acque di Luce sono acque che recano in sè le frequenze dei colori dell’ arcobaleno, dei suoni della scala musicale.
Il corpo umano è fatto per la quasi totalità di acqua. Come la celebre formula di Einstein ci indica (e=mc2), il legame fra l’energia cosmica e la massa (ovvero la materia) è costituita dalla luce. Si può dire che la materia non è che luce condensata e che tutto è luce, energia vibratoria. Noi siamo, in realtà, luce che vibra.

Le frequenze della luce risuonano con le vibrazioni dei tessuti biologici dell’uomo. Ma quando in noi si crea disarmonia, una discrepanza fra il nostro io e il nostro sè profondo, quando la nostra mente perde il contatto con l’ anima e con ciò che la collega alla vita universale, le frequenze di un nostro tessuto o organo si alterano. Questo induce, per risonanza, altre alterazioni frequenziali e oltre certi valori soglia, il nostro organismo si ammala.
Le Acque di Luce possono allora correggere il moto vibratorio alterato mediante la microinformazione di frequenze adeguate e la guarigione sarà tanto più completa quanto più saremo disposti a ricercare e “sentire” dentro di noi, il motivo profondo che ha causato la disarmonia interiore. La guarigione non sarà, allora, solo del corpo, ma anche -e soprattutto- dell’ anima.